Carrello
Il tuo carrello è vuoto
Quantità:
Totale parziale
Imposte
Spedizione
Totale
Si è verificato un errore con PayPalClicca qui per riprovare
FesteggiaGrazie per l’acquisto!A breve dovresti ricevere una conferma dell’ordine da parte di PayPal.Chiudi il carrello

Spazzacamino

Videoispezione - Pulizia assicurata

Vigile del fuoco

Blog

Blog

L'amianto e le canne fumarie

Pubblicato il 17 aprile 2018 alle 09.05

L'amianto è un minerale naturale a struttura microcristallina e di aspetto fibroso appartenente alla classe chimica dei silicati e alle serie mineralogiche del serpentino e degli anfiboli. Si ottiene a seguito di un'attività estrattiva, e il suo nome deriva dalla parola Asbesto che tradotto significa "Che non si spegne mai". La sua composizione chimica è variabile ed è costituita appunto da fasci di fibre molto fini, tanto che in un centimetro lineare si possono allineare fianco a fianco 335.000 fibrille di amianto paragonato alla quantità di 250 capelli per il solito spazio di un centimetro, fa capire quanto siano sottili.

Per la normativa italiana sotto il nome di amianto sono compresi 6 composti distinti in due grandi gruppi: anfiboli e serpentino, l'amianto serpentino è composto principalmente da amianto cosiddetto bianco chiamato anche crisotilo, dall'aspetto sfrangiato. L'altro chiamato anfibolo è composto da crocidolite (amianto blu), amosite, e tremolite, l'amosite e pochi altri.

Canne Fumarie in Amianto:

Analizzando nello specifico il caso comune a molti condomini in Italia, della presenza cioè nei fabbricati di canne fumarie in pannelli compatti di amianto, rivolgiamo l'attenzione ad un particolare ricavato dell'amianto per l'edilizia, il cemento amianto.

 

I manufatti in cemento amianto, se in buono stato, non rappresentano un immediato pericolo per le persone; infatti, la dispersione di fibre avviene solo quando la superficie risulta manomessa o danneggiata da agenti atmosferici.

Il materiale di cui sono composti non è friabile per cui non tende a liberare spontaneamente particelle inquinanti; se, però, i manufatti sono esposti ad agenti atmosferici o meccanici, come nel caso delle canne fumarie installate sui fronti esterni degli edifici in oggetto, possono determinarsi fenomeni di corrosione della superficie che causano l'affioramento di fibre.

Dunque per farla breve , le canne in amianto non sono piu a norma in Italia, ma questo non significa che dobbiamo condannarla, ma una videoipezzione e sempre raccomandata per un riloevamento di condizzione interna della canna fumaria , per quanto riguarda la pulizzia assicuratevi che il vostro spazzacamino sia certificato, non si scherza con le polveri sottili d'amianto.

Fabris il vostro spazzacamino e vigile del fuoco.


Categorie: Canne Fumarie in Amianto


Commenti disabilitati.